“SnoB” il nuovo singolo di Alfa (feat. Rosa Chemical)

SnoB è il nuovo singolo di Alfa
  • Ciao e benvenuto su Brots! Come stai e come stai attraversando questo periodo particolare per tutti noi?

L’inizio del lockdown per me è stato positivo, perché venivo da un periodo di tour e quindi riprendere un po’ la dimensione di casa mia e tornare a Genova mi ha aiutato. Negli ultimi 2 mesi invece ha pesato davvero tanto, vedendo soprattutto come la musica venisse lasciata in secondo piano. Quindi l’unico modo per rimanere positivo è stato divertirmi nel creare la musica. Due mesi fa avevo un disco pronto, l’ho buttato via e rifatto tutto, sentendomi più libero, più tranquillo, più leggero.  

  • Sei diventato ormai un collezionatore di certificazioni, ma come si riesce a costruire un brano che possa più che funzionare, rimanere nel tempo?

Secondo me le canzoni che sono rimaste nel tempo non sono state composte con il retropensiero di doverlo fare. Due anni fa ho scritto una canzone in 10 minuti, mentre aspettavo una pizza, perché mi ero lasciato. Quel pezzo ora è diventato una colonna portante degli anni 10 e questa è stata una delle cose più involontarie. Questo credo sia una delle cose più belle della musica.

  • Il tuo singolo “Sul più bello” è stato colonna sonora dell’omonimo film che ha un tema che andrebbe divulgato a più persone possibili. Ci vuoi raccontare sia del film che della canzone che si è prestata tra l’altro benissimo?

Era marzo del lockdown, mi arriva una mail inaspettata da Eagle Pictures che mi spiega il film a grandi linee, chiedendomi anche di scrivere un pezzo. Il tema era molto pesante, io invece ho cercato una direzione completamente opposta. Avevo comprato un ukulele il giorno prima e sul terrazzo mi sono messo a scrivere il ritornello nel modo più genuino possibile. Da lì poi si è azionato un qualcosa che adesso ancora faccio fatica a comprendere. Sentire la mia voce dentro un film è stato una delle emozioni più forti della mia vita. 

  • Hai collaborato con una delle voci più belle del panorama nazionale: Annalisa. Come è stato collaborare con lei?

Nasce da un messaggio su IG. Sono sincero, ho provato a convincere Annalisa legandomi al fatto che fossimo entrambi liguri [ride]. Ci siamo visti per la prima volta in studio, era il mio primo feat e io ero molto preoccupato perché tengo molto alle mie canzoni e avevo paura della direzione che potesse prendere. Ma appena ha interpretato il ritornello che avevo scritto, si è sciolto ogni dubbio. Oltre il rapporto musicale, stiamo diventando anche amici e sono del rapporto che si è creato.

  • In Snob parli di un amore idealizzato. Perché secondo te rispetto al passato tendiamo di più ad idealizzare le persone? 

Forse sì, io penso però che sia un fenomeno che esiste da sempre ma che è cambiato con ill tempo. Leggevo un libro tempo fa che si chiama “la leggerezza dell’essere” che parla di come ci si innamora di un’idea che ci facciamo di una persona. E questa canzone parla appunto della rabbia che ho provato quando ho capito che a sbagliare non era stata lei, ma io nel farla una persona che non era.  Madame diceva che le vetrine di IG sono le vetrine di Amsterdam ed un po’ è vero perché cerchiamo tutti di mostrare i nostri lati migliori e mai le debolezze e questo penso sia molto sbagliato. Forse il social ha peggiorato questa condizione qua. 

  • Tra il resto nel singolo vi è un ospite, Rosa Chemical. Vuoi raccontarci qualcosa di più riguardo a questa collaborazione?

Io e Rosa ci conosciamo da 2 anni, facciamo generi diversi ma siamo uniti da una amicizia sincera. Ci siamo avvicinati nell’ultimo periodo perché nello stesso momento in cui io ho vissuto questa sofferenza d’amore, lui l’ha vissuta ugualmente. Proprio per questo ci siamo sentiti l’estate scorsa e io ho mandato questo provino, senza badare al genere musicale e al tipo di percorso che stavamo facendo, abbiamo chiuso questo pezzo. Sono molto contento perché una cosa di cui sono molto orgoglioso è la mia versatilità, la possibilità di collaborare con artisti come Annalisa e Rosa Chemical. Questa forza secondo me è una delle cose più nobili dell’arte, trovare un punto in comune sempre. 

 

  • Questo singolo preannuncia “Nord”, il tuo album. Hai intenzione di presentarlo live appena sarà possibile? State già organizzando qualche data? 

Assolutamente sì, nel senso che Salmo diceva tempo fa che pubblicare un disco in questo momento sia come sparare sull’acqua. Io sono d’accordo in parte nel senso che tu se sei un emergente, non puoi fermarti mai. Anche a distanza di 8 mesi io lo porterò in tour perché abbiamo lavorato proprio per portarlo in giro questo album. Il giorno in cui ci liberano, io faccio una data. 

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on tumblr
Tumblr